Football Manager 2019: Recensione

A circa 40 giorni dalla sua uscita ufficiale, beta esclusa, ci lanciamo nella recensione di Football Manager 2019, manageriale calcistico di Sports Interactive. Personalmente ero molto combattuto se...

A circa 40 giorni dalla sua uscita ufficiale, beta esclusa, ci lanciamo nella recensione di Football Manager 2019, manageriale calcistico di Sports Interactive.

Personalmente ero molto combattuto se fare una recensione o meno sul titolo, principalmente per due motivi:

  1. Il mio primo coinvolgimento con la RIO;
  2. Il mio amore folle per Football Manager; per me i grandi amori non avranno mai voto.

Citando (Matteo 4, 1-2), “fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame”, ora sono finalmente pronto a professare il verbo di Football Manager 2019.


Come ogni anno, molti allenatori virtuali, inondano il web di elogi e critiche su Football Manager, con questi ultimi pronti a ritornare a quello precedente, criticando aspramente il lavoro degli sviluppatori di Sports Interactive.

Come ogni anno, noi consigliamo sempre di passare il primo mese ad assimilare le novità del nuovo capitolo, piuttosto che dedicare subito il tempo alla carriera della vita, che sarà vittima degli immancabili bug delle prime versioni. Nonostante le novità, anche Football Manager 2019 è stato “criticato”, ma andiamo oltre e vediamo effettivamente in cosa consiste il nuovo capitolo.

Football Manager 2019 è l’ultimo capitolo dedicato alla simulazione di gestione calcistica di Sports Interactive. Sin da subito, si nota la nuovissima veste grafica creata dal team di Jacobson, che lascia la noiosa grafica verde dei precedenti capitoli per regalarci un pò di tono e colore con il giallo ed il viola a predominare sul tutto (Skin di terze parti escluse).

Ma il cambiamento di tonalità e colori è probabilmente la parte meno importante della riprogettazione del nuovo Football Manager. Infatti, fin dai primi spoiler, il lavoro del nuovo capitolo è stato impostato sul nuovo sistema di tattiche e le varie aree di allenamento – due delle parti del gioco che prima erano. non solo più difficili da gestire, ma anche raggruppate in alcune parti che era necessarie lasciare divise.

Le novità di Football Manager 2019

Siamo stati tra i primi ad introdurvi le novità di FM 19, rivoluzioni non solo tecnologiche, con il VAR e la Gol-Line Technology, ma soprattutto con le importanti modifiche relative agli allenamenti ed alle tattiche, vediamo singolarmente il tutto

  1. Tecnologia: Var e Goal-Line Technology

    Come nella realtà, anche Football Manager inserisce gli aiuti tecnologici che, teoricamente, dovrebbero facilitare il compito della classe arbitrale.
    Il VAR segue le nazioni che lo hanno adottato nella realtà e già con l’aggiornamento 19.1.5, amplia il suo raggio d’azione all’Inghilterra, dimostrando ampiamente che è una feature molto importante per Sports Interactive. Ovviamente con tempi più ridotti rispetto alla realtà, il VAR aggiunge pathos in più una volta chiamato in causa, con l’arbitro che interviene, va a vedere il suo monitor a bordocampo con il fine di assegnare/togliere un rigore oppure per assegnare/togliere un gol per fuorigioco o altri falli, quasi invisibili all’occhio umano.
    E’ una chicca molto interessante e divertente, che mi è piaciuta sin da subito.

  2. Allenamenti
    Sicuramente la parte più studiata e modificata dal team di SI, con tantissime novità, che vanno dai gruppi di mentoring al calendario degli allenamenti, con la possibilità di definire al meglio le sessioni giornaliere.
    In questo contesto, si sposa benissimo la decisione di SI di organizzare sessioni con allenatori e giocatori per studiare al meglio i giorni e le settimane precedenti ai 90 minuti tanto attesi ed agognati da tutti.

    1. Gestione calendario settimanale

      Attenzione maniacale nella gestione generale della settimana, con la possibilità di organizzare le sedute di allenamento giorno per giorno, magari aggiungendo una terza sessione, la extra, a seconda dell’intensità generale. Fate particolare attenzione alla costruzione dei vostri calendari, carichi e sessioni errate comportano infortuni su infortuni. Come nelle precedenti versioni, potrete mettere in rotazione tre tattiche da allenare, con una che lavorerà al 60% e le altre due rispettivamente 20 e 20.

    2. Mentoring
      Personalmente ho trovato molto interessante la costruzione del Mentoring, mandando in pensione il vecchio meccanismo di Tutoring.
      Cosa cambia rispetto ai precedenti FM?
      Non assegneremo più un singolo giocatore pronto a fare da chioccia ad una giovane promessa, bensì ci affideremo ad un gruppo, che deve essere composto da un minimo di tre giocatori per poter lavorare insieme.
      Anche questa feature dimostra lo studio di SI direttamente sul campo, avvicinandosi sempre di più alla realtà, dove effettivamente i giovani giocatori crescono in gruppo, non con un singolo compagno di squadra.
      recensione di Football Manager 2019
    3. Gruppi di allenamento
      Altra chicca, la costruzione di gruppi di allenamento separati in offensivo, difensivo e portieri, elementi che contribuiscono sempre di più a creare un sistema realistico.
      recensione di Football Manager 2019
  3. Tattiche
    Sports Interactive ha voluto “semplificare” il lavoro per alcuni neofiti di FM, ma non solo per loro.

    1. Tattiche preconfezionate
      Il sogno di tutti è sempre stato quello di ricostruire le tattiche di allenatori e squadre blasonate, come ad esempio il Tiki Taka di catalana memoria oppure il catenaccio italiano, quindi la possibilità di partire da tattiche preconfezionate è sicuramente un plus rispetto alle precedenti versioni.
      La schermata delle tattiche, ad esempio, ora ti consente di scegliere il tuo stile di gioco da una selezione di notevoli dogmi prestabiliti. C’è  il “Tika-taka“, c’è il “Gegenpress” ispirata alle formazioni di Jürgen Klopp ed il nostrano “Catenaccio“. Una volta selezionato lo stile scelto, cambierà automaticamente la mentalità, giocatore ruoli e altro.
      La possibilità di scegliere uno stile “famoso” in modo rapido è semplice e piacevole, ma non è una soluzione che ti farà giocare velocemente come il Barcellona. Scegliere lo stile “Tika-taka” con una squadra non adatta a quel tipo di gioco, non funzionerà, anzi produrrà esattamente il contrario. Per far girare al meglio la tua squadra, avrai comunque bisogno dei giocatori giusti per sfruttare le loro caratteristiche.
      recensione di Football Manager 2019
    2. Fluidità
      Scompare la decisioni sul tipo di Fluidità da attribuire alle nostre formazioni, infatti sarà determinata dai compiti impostati ad ogni giocatore, ruolo per ruolo.
    3. Fasi di gioco
      Ritorna, per la gioia dei fan dei primi Championship Manager, la suddivisione tattica delle tre fasi, di possesso, di transizione e di non possesso, elemento veramente importante e ben sviluppato dal team di Miles Jacobson.
      Quindi, per i più “esperti”, sarà appagante vedere la propria idea di gioco trasformarsi in realtà sul rettangolo di gioco
      .
  4. Dinamiche di gruppo
    Introdotta nel 2018, la dinamica di gruppo assume sempre più importanza nell’universo di FM.
    Sin dal primo istante di gioco, sono stato sommerso letteralmente di critiche e lamentele dai miei giocatori, elemento sinceramente migliorato, ma non alla perfezione.
    Trovo veramente esasperante ed assurda la ridondanza delle richieste di spogliatoio, con giocatori che, dopo una promessa fatta e mantenuta, si offendono e sono pronti a trasformare lo spogliatoio in guerra.
    Sicuramente con le varie patch Sports Interactive troverà la giusta quadra, ma almeno per ora, non mi soddisfa, anche se le intenzioni sono quelle giuste.
    Infatti, ora, gli altri compagni potranno rispondere anche positivamente ad una richiesta negata ad un proprio compagno di squadra che reclama per l’ennesimo ritocco contrattuale dopo una serie di buone prestazioni.
  5. Trasferimenti
    Continua a crescere ed a migliorare il mercato trasferimenti, con particolare attenzione, per le lacrime delle nostre casse, ai bonus agenti. Entrare nell’universo del mercato di Football Manager è sempre un piacere, così come perdersi in clausole di ogni tipo, da un aumento di stipendio ad un determinato numero di presenze, gol oppure bonus in caso di traguardi raggiunti. In altre recensioni, ho letto di problematiche relative al budget trasferimenti esiguo, ma sinceramente nelle mie carriere non ho notato nessun tipo di problema sotto questo aspetto.

Cosa non ci piace di Football Manager 2019?

Andiamo oltre i bug già risolti o risolvibili con patch, ogni Football Manager ne ha e ne avrà. Sebbene la strada verso la realtà sia sempre più breve, restano alcuni punti in Football Manager che devono essere migliorati. Eccone alcune:

  1. Le conferenze stampa

    La ripetitività delle domande e delle risposte predefinite sono destinate ad annoiare già dalla conferenza di presentazione, ancora di più se consideriamo le intervista in campo. Questo è un punto su cui SI deve necessariamente lavorare, anche perchè le implicazioni emotive di una risposta sbagliata possono veramente determinare una partita o una stagione.

  2. Social Media

    Come per le conferenze stampa, da migliorare i feed che nascono dalle interazioni social, con momenti di esaltazioni per roba da nulla e momenti di sconforto totale alla notizia del grande colpo. Ci vuole equilibrio in tutto ciò. Una soluzione che mi piacerebbe vedere è la possibilità di interagire con questi feed, influenzando notevolmente le dinamiche di spogliatoio, ma anche animando le conferenze stampa.

  3. 3D

    Nessuno si aspetta i livelli di animazione di Fifa o Pes, ci mancherebbe altro, però ci sono alcuni glitch ed animazioni che rovinano la simulazione del match. E’ un sistema che uso, ma da nostalgico dei vecchi capitoli, ritorno sempre al classico 2D.

  4. Settaggio Schemi Calci Piazzati

    Il settaggio dei calci piazzati, seppur completo, lo trovo veramente dispersivo in fase di creazione. Le informazioni nella sezione tattica sono notevoli, quindi è difficile dedicare il giusto tempo alla costruzione maniacale degli schemi, specialmente per chi si avvicina per la prima volta a questa realtà di videogioco.


Football Manager può essere spesso una serie difficile da gestire. La maggior parte delle edizioni, richiede sempre e quasi obbligatoriamente 100 ore di gioco prima di capire davvero i piccoli cambiamenti che animano i nuovi capitoli.
Non è così per Football Manager 2019, le cui novità sono evidenti quasi immediatamente.

La direzione intrapresa da Sports Interactive è quella corretta, sempre più vicina a creare un manageriale calcistico sempre più vicino alla realtà calcistica, significative infatti le nuove funzioni di tattiche ed allenamento. Importantissima però è anche l’acquisizione delle licenze, che rende finalmente giocabile degnamente la Bundesliga. Sicuramente è un gioco da acquistare sia per i giocatori fedeli che per chi si avvicina per la prima volta al mondo manageriale. Voto 9.5/10

Community FM Religion – Football Manager Community Italia

Queste sono le mie considerazioni, magari raccontaci la tua idea del nuovo Football Manager 2019 sul nostro gruppo ufficiale su Facebook.

Come acquistare Football Manager 2019

Ps: Se non hai acquistato Football Manager, clicca qui per scoprire la migliore offerta sul web

Football Manager 2019: Recensione ultima modifica: 2018-12-12T16:39:46+00:00 da Matteo Milo
In this article
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: