Football Manager 2018: le 10 sfide italiane di Gamereligion.it

Dopo avervi presentato le 7 sfide impossibili scelte da Gamereligion.it, voglio portarvi in un viaggio nella storia e nella memoria del campionato italiano. Nessuna sfida impossibile, alcune potranno...

3871

Dopo avervi presentato le 7 sfide impossibili scelte da Gamereligion.it, voglio portarvi in un viaggio nella storia e nella memoria del campionato italiano. Nessuna sfida impossibile, alcune potranno essere anche molto semplici, ma ho scelto 10 squadre che hanno segnato la storia calcistica italiana. Una squadra per decennio, a partire dal 1913.

Dieci storie diverse, un unico obiettivo: innamorarsi del campionato italiano.

Ecco le 10 sfide italiane da fare su Football Manager, scelte da Gamereligion.it


Gli anni Dieci, riportare lo Scudetto a Casale

La prima sfida che lanciamo si basa sull’albo d’oro della nostra Serie A. Sfogliando un qualsiasi almanacco Panini, tra le squadre vincitrici della Serie A, siamo obbligati a fermarci all’anno 1913-1914. La squadra vincitrice di quel campionato fu il Casale Foot Ball Clubsquadra piemontese attualmente iscritta al campionato di Serie D. I Nerostellati diventarono la più piccola città italiana, in termini di popolazione, ad esprimere una squadra capace di vincere il campionato italiano di calcio. Pronti a riportare il tricolore a Casale Monferrato?

sfide italiane

Gli Anni Venti, genesi della Coppa Italia

Vi siete mai chiesti come è nata la Coppa Italia? Ci aiuta un pò Wikipedia ad ottenere quale dettaglio della prima edizione organizzata nel 1922, siamo più o meno vicino al centenario. 37 squadre partecipanti, numero dispari direte voi giustamente. Infatti si dovette ricorrere ad alcuni sorteggi con passaggi diretti e ripescaggi successivi. Ora, chi vinse la prima edizione della Coppa Italia?
A vincere la prima edizione fu il il Vado Football Club 1913, meglio noto come Vado. I liguri, ora militanti in Eccellenza, vinsero la prima edizione contro l’Udinese, battendo i bianconeri di Udine per 1-0 con il gol, del 17enne Virgilio Felice Levratto, che in seguito fece molto bene con la Nazionale Italiana.
Siete pronti a diventare allenatori del Vado e festeggiare il centenario della prima storica edizione magari rivincendo la Coppa Italia?

sfide italiane

Gli Anni Trenta, c’era una volta il Grande Bologna, “lo squadrone che tremare il mondo fa”

Anni 30, una squadra in Italia segna il passaggio da una Serie A suddivisa in gironi territoriali e successive fase ad eliminazione diretta al passaggio ad una Serie A a girone unico, nata nel 1929/30. Il Bologna si presentò a quella prima storia edizione, con lo scudetto tricolore sulla maglia, campionato poi vinto dall’Ambrosiana Inter. Gli emiliani, conquistarono 6 scudetti in 16 anni e vinsero il Torneo Internazionale dell’Expo Universale di Parigi 1937, precursore delle moderne competizione europee. I rossoblu batterono in finale il Chelsea, diventando la prima squadra italiana a battere una squadra inglese in un torneo internazionale. Quella squadra, guidata da Árpád Weisz prima e di nuovo da Felsner poi, divenne noto come “lo squadrone che tremare il mondo fa“. Non conoscete Weisz ? Ecco un ottimo modo per iniziare a farlo.

Siete pronti a riportare il Bologna sul tetto d’Italia e magari, per la prima volta, sul tetto d’Europa. A voi la sfida.

sfide italiane

Gli Anni Quaranta, Il Grande Torino

Il decennio 40, segnato per lunghi tratti dalla seconda guerra mondiale, si concluse con la più grande tragedia sportiva italiana.

Il 4 Maggio 1949, di ritorno dal Portogallo, l’intera squadra del Torino Calcio morì in un terribile incidente aereo. Giudicata da molti la squadra italiana più forte di sempre, segnò totalmente quel decennio, vincendo per cinque volte di fila lo scudetto, interruzione per guerra esclusa. Il Torino entrò nella storia della nazionale italiana in quanto, in una partita del 1947, l’allora CT Vittorio Pozzo, schierò 10/11 granata, facendo segnare il record del maggior numero di giocatori in campo provenienti dalla stessa squadra, quel Grande Torino. Non ci sarà mai un altro Grande Torino, ma potreste onorarne la sua storia riportandolo in alto.

sfide italiane

Gli Anni Cinquanta, la Fiorentina, la squadra che interruppe il dominio delle 3 grandi negli anni ’50

Decennio 50, segnato da 4 scudetti del Milan, 3 della Juventus e 2 dell’Inter. In mezzo, a spezzare l’egemonia delle 3 grandi, si piazzò la Fiorentina che, nel 1955-1956, vinse il suo primo scudetto della storia. Quella vittoria portò i viola a giocarsi la Coppa dei Campioni 1956-57, arrivando in finale, poi persa, con il grande Real Madrid.

Siete pronti a spezzare l’egemonia bianconera in Italia e vincere la Champions sfumata nel 1957?

sfide italiane

Gli Anni Sessanta, La Sardegna in Italia, il Cagliari di Gigi Riva

« Lo scudetto del Cagliari rappresentò il vero ingresso della Sardegna in Italia. Fu l’evento che sancì l’inserimento definitivo della Sardegna nella storia del costume italiano. La Sardegna aveva bisogno di una grande affermazione e l’ha avuta con il calcio, battendo gli squadroni di Milano e Torino, tradizionalmente le capitali del football italiano. Lo scudetto ha permesso alla Sardegna di liberarsi da antichi complessi di inferiorità ed è stata un’impresa positiva, un evento gioioso. »

Parole e musica di Gianni Brera, l’uomo che ha segnato la storia del giornalismo italiano. Lo scudetto del 1969-1970 porta il nome del grande Cagliari di Gigi Riva, soprannominato proprio da Brera, Rombo di Tuono. La squadra allenata da Manlio Scopigno, divenne la prima squadra del Mezzogiorno d’Italia a vincere il tricolore. Quel Cagliari, nella stagione successiva, arrivò agli ottavi di Coppa dei Campioni, dove uscì con l’Atletico Madrid, complice l’assenza dell’attaccante italiano più forte di quel decennio, Gigi Riva.
Sardi e non, tocca a voi portare il titolo sull’isola.

sfide italiane

Gli Anni Settanta, lo scudetto nella Capitale, la Lazio 1973/74

La formazione di Maestrelli, guidata da Giorgio Chinaglia, si laureò campione d’Italia, per la prima volta, nella stagione 1973/74.
Sfida interessante portare la Lazio in alto nell’epoca Lotito, no?
Ndr: in quella squadra giocava anche Luciano Re Cecconi, che perse la vita pochi anni, in circostanze ancora poco chiare.

sfide italiane

Gli Anni Ottanta, lo scudetto nella città di Romeo e Giulietta

Anno 1984/85, l’anno dell’arrivo di Maradona al Napoli, ebbe come protagonista l’Hellas Verona guidato da Osvaldo Bagnoli in panchina e ElkjærGalderisi in campo.
Curiosità, il Verona divenne la prima squadra di una città non capoluogo di regione a vincere, ovviamente nel campionato a girone unico.
Siete pronti a giurare amore eterno, magari dinanzi al Balcone di Giulietta? Il Marcantonio Bentegodi vale lo stesso.

Gli Anni Novanta, Vujadin Boškov e la sua Sampdoria

Teatro della vostra sfida sarà lo stadio Luigi Ferraris, o Marassi. Siete pronti a ripercorrere le gesta degli uomini di Vujadin Boškov? La squadra dei gemelli del gol, Mancini e Vialli, misero una firma importantissima sul campionato 1990-91. Peccato per la punizione di Koeman che firmò nei supplementari, con il suo Barcellona, la sconfitta dei genovesi nella finale della Coppa dei Campioni 1991-1992.

Mi piace immaginarvi vincere la Champions brindando con vagonate di birra gelata, seguendo una falsa citazione attribuita ad un falso account twitter dello storico allenatore blucerchiato.

Se uomo ama donna più di birra gelata davanti a tv con finale champions forse vero amore, ma non vero uomo”

sfide italiane

Gli Anni Duemila, le corse di Mazzone ed il Brescia del Divin Codino

Ecco, scelgo come simbolo degli anni Duemila, il Brescia di Carletto Mazzone, l’uomo che portò il Brescia in finale di coppa Intertoto, persa con due pareggi contro i francesi del Psg.
Era il Brescia dei gemelli Filippini, era il Brescia dei giovani Tare e Luca Toni, era il Brescia di Pep Guardiola, ma soprattutto era il Brescia del giocatore italiano più forte di sempre, il Divin Codino, Roberto Baggio.
Spostate i mobili di casa, perché “Se famo er tre pari” vi toccherà correre per casa ed andare sotto la finestra dei vostri vicini ad esultare con il pugno destro in alto.

 


Ps: per compiere le sfide con il Casale ed il Vado, correte a scaricare il Fusion Db.

Non avete ancora Football Manager 2018Potete trovarlo qui

Football Manager 2018: le 10 sfide italiane di Gamereligion.it ultima modifica: 2018-04-17T08:30:10+00:00 da Matteo Milo

Founder di Gamereligion.it
Studente presso l’Università del Salento, commerciale di giorno e gamer il tempo restante.
Ho collaborato con diverse testate web come nbapassion.com, BreakingSports.it e Calcio360.eu.
Addicted di Football Manager, ma non solo.
Grande appassionato di console, dai più vecchi Sega Megadrive alla più moderna PlayStation 4.

In this article
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: