Football Manager 2018: i 7 allenatori tipo

Come ogni anno, arriva puntuale il manageriale calcistico più atteso dagli allenatori “virtuali”, il 10 Novembre è finalmente uscito Football Manager 2018. Per gli addicted del mondo FM,...

4814

Come ogni anno, arriva puntuale il manageriale calcistico più atteso dagli allenatori “virtuali”, il 10 Novembre è finalmente uscito Football Manager 2018.

Per gli addicted del mondo FM, ogni descrizione sarebbe superflua, ma per i neofiti è sufficiente sapere che in Football Manager ci troveremo ad allenare una squadra, scelta dall’utente, gestendone rosa, tattica, finanze e tutto ciò che riguarda una società calcistica. Riduttivo descrivere FM in poche righe, ma lo faremo dettagliamente in una recensione completa nei prossimi appuntamenti.

Su ogni forum, su ogni gruppo, vi ritroverete molti utenti con le stesse domande, problematiche ed ossessioni. Football Manager ci dà la possibilità di trasformarci in allenatori veri e proprio, con i loro pro ed i loro contro.

Voi che allenatori siete? Tiki Taka oppure Bus davanti alla porta? Siete adepti del Maestro Zeman oppure siete piangina come Mazzarri? Abbiamo scelto per voi 7 allenatori tipo, 7 personaggi in cui, almeno una volta, vi siete identificati.

Avete altri nomi e proposte? Raccontateci tutto sul nostro gruppo ufficiale su Facebook.

Buona Lettura!!!


1 Wenger

Requisiti di sistema

  • lista dei wonderkids aggiornata all’ultima versione;
  • attaccamento alla panchina, pronti a diventarne un tutt’uno, in una sorta di legame mistico;
  • odio viscerale nei tuoi confronti da parte dei tifosi.

Hai questi requisiti? Sei il nuovo Wenger. Scopritore di talenti immenso, pronto a lanciare in campo un ragazzino 15enne nel big match che deciderà la stagione, forte propensione al bel gioco, ma non ai buoni risultati. Farai sognare i tifosi, portandoli inizialmente a grandi successi, ma poi ti toccherà correre come Forrest Gump per scappare dal loro linciaggio. Unico riferimento societario, stampa, adepti e rivali non ricorderanno nemmeno l’organigramma della tua società, in quanto per loro, sarai tu l’Alfa e l’Omega.

2 Guardiola

Requisiti di sistema

  • ricerca ossessiva del bel gioco;
  • cruciverba personalizzato solo con parole in Verticale;
  • il vivaio prima di tutto.

Il Guardiolismo è la visione di calcio più vicina alla perfezione tattica. Capace di unire il calcio totale olandese di Cruijff e soci ad i nuovi concetti tattici spagnoli, introducendo il Falso Nueve e portando all’esasperazione con un possesso palla maniacale alla ricerca della verticalizzazione perfetta.

4-3-3 oppure 3-2-5 o ancora un 2-5-3, il Guardiolismo è il modo di gioco più copiato e ricercato da noi allenatori virtuali. Il Guardiola virtuale si riconosce nella vita reale, infatti, se non è verticale, non lo comprendiamo, vedi per esempio la segnaletica orizzontale.

Vincere sarà importante, ma ancora più importante sarà far divertire gli spettatori con il nostro gioco.

L’azione parte dal portiere, reinventato libero, dotato di una tecnica di base degna del miglior Pirlo. Dite addio ai difensori vecchio stile, voi ricercherete due difensori pronti ad impostare ed a giocare a centrocampo. I terzini? Lontano ricordo. Il vecchio fluidificante diventerà una vera e propria ala arretrata, sempre presente in avanti. Liberta di movimento TOTALE, con un metodista ed un regista mobile pronto a scambiarsi con uno qualsiasi davanti a lui. Poi qui si inizia a ricerca l’ampiezza di gioco, con le ali a battere i piedi sulla linea laterale e due punte a fare da Falso Nueve.

Non avrete vie di mezzo nei risultati, nel migliore dei casi vi porteranno alla santità ma nel peggiore vi porterà all’esonero dopo due settimane di panchina.

 

3 Mourinho

Requisiti di sistema

  • Super udito, sentirete il rumore dei nemici ovunque;
  • fervente sostenitore dell’onestà intellettuale;
  • studio ossessivo dell’avversario.

Come il guardiolismo, il mourinhismo non ha vie di mezzo. O lo ami o lo odi.

La stagione del Mourinho virtuale inizia in sala stampa, con una teatralità degna di un Oscar e la costruzione del Mourinho World, lui contro tutti. Finale dei Mondiali o amichevole in un campo di periferia, riconoscerai il tuo rivale e creerai una faida degna di Trono di Spade.

Tutto qui? No, il Mourinhista Doc è un vincente, il parafulmine della società, uno studioso con la camera piena di taccuini scarabocchiati di tattiche e movimenti. Nulla viene lasciato al caso, per te diventerà importante anche l’orario d’arrivo del magazziniere. Accentratore, si parlerà sempre di te, mai della tua squadra. Ogni allenatore non giocherà contro la tua squadra, ma contro di te.

Sarai capace di crearti la fortuna, vincendo una battaglia con l’ultima in classifica buttando in avanti il tuo difensore e 7 attaccanti.

Meglio un allenatore fortunato che uno bravo, ma se hai entrambe le cose è finita.

4 Mazzarri

Requisiti di sistema

  • ombrello aperto vicino al pc, può sempre piovere;
  • 3-5-2 anche a calciobalilla, basta smontare un attaccante e metterlo in difesa;
  • smodata passione per la coppa, ma del salumiere.

Se Dante Alighieri avesse vissuto in questa epoca, avrebbe creato un cerchio all’inferno per i Mazzariani.

Dal salvataggio facile al ricarica partita ancora più veloce, il Mazzarri virtuale troverà sempre il modo per rigiocare 100 volte una partita persa o pareggiata. Pioggia improvvisa, riavviamo. Il tifoso, usando il laser, ha disturbato il vostro vice allenatore, che ha incondizionatamente chiamato un fuorigioco inesistente al vostro difensore centrale con conseguente gol avversario, riavviamo.

Troverete sempre il modo per riavviare e farvi odiare dagli addetti ai lavori, sarete presenti su ogni forum per mostrare i vostri risultati vincenti, ma sarete subito smascherati.

Risultato? Avrete più salvataggi che punti, basta per vincere qualcosa?

5 Montella

Requisiti di sistema

  • sorriso, arma fondamentale per vincere;
  • esperienza da ragioniere pregressa, per fare i conti in tasca ai tuoi avversari;
  • sorriso, lo abbiamo già detto? Non basta mai.

Il Montella virtuale lo riconoscerete dal volto, eternamente con il sorriso sulle labbra. Se è esistito 50 sfumature di grigio, invitiamo qualche giovane scrittore a scrivere 50 sfumature di Montella. 50 emozioni diverse, 1 solo volto. Altro?

Il ragioniere virtuale, lo ritroverete con il carrello di Amazon pieno di calcolatrici ed alla partita di 90 minuti preferisce la partita doppia. Certo, anche la sfortuna ci metterà lo zampino, ma mostrare i video tattici dello sciagurato Egidio non invertirà la tendenza.

Se a tutto questo, aggiungiamo una confusione tattica che lo porterà a cambiare più moduli che mutande, la frittata è fatta.

6 Mazzone

Requisiti di sistema

  • provincialismo allo stato puro;
  • palla avanti e pedalare;
  • studio ossessivo dell’avversario.

Essere Mazzoniani è poesia allo stato puro. Il Mazzone virtuale, si caratterizza dalla tuta sporca di terra di provincia, da una presenza scenica neorealistica e dall’amore per lo sport reale.

Si partirà dalla seconda categoria del paese di provenienza, sfruttando il database fantastico di DB Fusion, con il sogno di arrivare in Serie A. Dopo aver perso 10 anni di vita, aver finanziato ogni lavanderia terrestre ed essere diventati soci onorari del club, il Mazzone virtuale arriverà nella serie più alta e, dopo il pareggio al 93esimo allo Juventus Stadium di Torino con il gol del suo vicino di casa, esploderà in una corsa verso sua nonna, diventata assistente allenatore nel frattempo.

Ps: si consiglia di non usare questo personaggio in caso di vicini altamente suscettibili.

7 Zeman

Requisiti di sistema

  • bonus presenza, nel contratto, 5 stecche di sigarette;
  • fervente oppositore della difesa;
  • gradoni in cemento.

Sotto una coltre di nicotina, in una stanza buia, con l’intera famiglia a fare 16 serie di gradoni a spinta alternata, troverete lui, il boemo virtuale Zdenek Zeman.

Il 4-3-3 come fondamento di base del modello Zemaniano, finirete la stagione con 15 giocatori in doppia cifra e, sopratutto, con un portiere in cura dallo psicologo. Il modello zemaniano avrà un calendario simil Wimbledon, una lista di ferventi scommettitori sadici che proveranno a sbancare puntando uno stipendio sull’under 2,5 e giocatori sulla linea di centrocampo al calcio d’inizio, come se fosse la finale dei 100 metri di atletica alle Olimpiadi.

Non esistono vie di mezzo per voi. O campioni con la squadra di quartiere oppure retrocessi con il Real Madrid.

Prendere o lasciare.

ndr: usando questo modello, a fine stagione potrete rivendere il vostro gatto, diventato scarpa d’oro nel frattempo, a 15 milioni di euro. Non male, vero?

 

Football Manager 2018: i 7 allenatori tipo ultima modifica: 2017-11-28T09:00:26+00:00 da Matteo Milo

Founder di Gamereligion.it
Studente presso l’Università del Salento, commerciale di giorno e gamer il tempo restante.
Ho collaborato con diverse testate web come nbapassion.com, BreakingSports.it e Calcio360.eu.
Addicted di Football Manager, ma non solo.
Grande appassionato di console, dai più vecchi Sega Megadrive alla più moderna PlayStation 4.

In this article
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: